La pratica della cartomanzia ha origini lontanissime che si perdono nella notte dei tempi. Proprio per questo i metodi e le tecniche di consultazione sono diverse in base allo scopo per il quale si richiede il consulto. Un professionista della lettura dei tarocchi deve innanzitutto conoscere le diverse tecniche, ma sopratutto deve essere in grado di adottare il metodo giusto in base alle motivazioni richieste dal consultante.

In questo articolo ci concentreremo sui metodi di lettura dei tarocchi per questioni di amore e di cuore.

Trovare la domanda giusta

Può sembrare scontato ma, nelle questioni di amore, si tende spesso a formulare domande troppo generiche. E' vero che gli arcani possono dare risposte precise ma a patto che le questioni siano ben formulate.

Consigliamo quindi di prendersi del tempo per formulare le domande con il massimo livello di dettaglio, magari scrivendole su un foglio per rivederle dopo qualche minuto. Cerchiamo quindi di ricordare le nostre relazioni passate, le motivazioni per le quali sono terminare o hanno creato dei problemi.

Non dimentichiamoci che, nei problemi di cuore, la colpa di incomprensioni e rotture non è mai al 100% di una sola persona. Cerchiamo quindi di valutare al meglio le nostre esperienze nel modo più obiettivo possibile. Può sembrare scontato ma, ragionare su questo, non solo ci aiuterà a formulare le domande giuste ma ci offrirà una panoramica più fedele sul nostro passato in amore e su quello che vogliamo veramente ottenere dalla nostra vita affettiva.

Un'altro aspetto da non sottovalutare è dato dal fatto che, molto spesso, il modo nel quale affrontiamo le nostre relazioni, è strettamente correlato a come sono andate le nostre storie precedenti. Quante volte ci siamo detti: "Mi innamoro sempre dello stesso tipo di persona". Molto spesso il nostro comportamento dipende anche dalle nostre figure genitoriali, da come siamo cresciuti e dal tipo di rapporto che avevano i genitori.

Senza rinnegare il nostro passato, cerchiamo di trarre insegnamento da come si sono sviluppate le nostre relazioni passate e dai modelli di comportamento che ci hanno circondato fin dall'infanzia. Detto questo è di fondamentale importanza cercare di aprire al massimo la nostra mente al fine di ottenere un quadro generale il più preciso possibile.

A questo punto, con le idee più chiare, non solo sapremo formulare le domande giuste da porre ai tarocchi, ma aiuteremo lo stesso cartomante ad avere più informazioni possibili e riuscire ad interpretare il messaggio delle carte nel miglior modo possibile.

Non dimentichiamoci inoltre che, gli arcani parlano con chi formula la domanda. Inutile quindi chiedere alle carte se il nostro partner ci tradisce, i se in questo momento sta pensando a noi, oppure se ritornerà nella nostra vita. Queste informazioni non è dato saperle per il semplice fatto che coinvolgono altre persone.

Molto spesso chi chiede un consulto di cartomanzia per amore si trova ad affrontare emozioni profonde come paure e sensi di colpa e questo sicuramente non semplifica le cose. Un bravo cartomante quindi deve anche essere in grado di comprendere il consultante ed il suo modo di affrontare le vicissitudini del cuore.

In conclusione ricordiamoci che, le risposte più attendibili, arrivano a domande che riguardano noi stessi ed il nostro modo di approcciarci al magico mondo delle sibille e della cartomanzia.